Cronaca
Lunedì il recupero del battello: costi per 10 mila euro Stampa
Sabato 25 Ottobre 2014
L’assessore: «Manovra complessa, dobbiamo fare in fretta»
Inizierà lunedì il recupero del battello spazzino affondato nella notte tra mercoledì e giovedì, forse in seguito alle violente folate di vento. L’operazione dovrebbe durare tutta una giornata, e il natante dovrebbe poi essere trasportato a Tavernola.
Su questa ultima destinazione non ci sono tuttavia certezze. Il costo dell’operazione, affidata ad una società privata, si aggirerà sui 10 mila euro.
Solo una volta recuperato il battello inizierà tutta una serie di valutazioni  
 
Referendum anti-Libeskind. Parte la raccolta di firme Stampa
Sabato 25 Ottobre 2014

altNovanta giorni di tempo
(a.cam.) Parte la raccolta firme per il referendum sull’opera di Daniel Libeskind proposto dal consigliere comunale di Adesso Como, Alessandro Rapinese. Da ieri è possibile firmare i moduli per sostenere la richiesta di una consultazione popolare. Perché sia indetto il referendum, occorre l’adesione di circa 3.700 comaschi.
Per poter firmare occorre essere residenti a Como e aver compiuto 18 anni. È possibile compilare l’apposito modulo all’ufficio Anagrafe di Palazzo Cernezzi dal lunedì

 
 
Vigile in distacco a Bari. Cgil e Cisl in coro: «Il Comune chiarisca» Stampa
Sabato 25 Ottobre 2014

Il caso
Il caso del dipendente comunale distaccato a Bari fa discutere. E dopo l’assessore Paolo Frisoni, intervengono adesso i segretari di categoria di Cgil e Cisl. Entrambi per chiedere chiarezza e per sottolineare come la responsabilità di simili decisioni sia comunque della politica.
Giovedì scorso il Corriere di Como ha rivelato l’esistenza di un “comando” - questa, tecnicamente, è la definizione esatta del distacco temporaneo nel pubblico impiego - alquanto curioso: un agente di polizia

 
 
Domenica le elezioni in Tunisia. Aperto un seggio anche in città Stampa
Sabato 25 Ottobre 2014

In via Grandi
Tunisini al voto anche a Como per il rinnovo del Parlamento del Paese nordafricano. In Tunisia le elezioni politiche si svolgeranno domani. Intanto in città, in via Grandi, è comparso un cartello che segnala la presenza di un centro dove poter votare.

 
 
La vendita degli autobus di Spt. La Procura ricorre in Appello Stampa
Sabato 25 Ottobre 2014

UDIENZA IL 10 NOVEMBRE
(m.pv.) È stato fissato per il 10 novembre il processo di Appello per la vicenda della vendita dei pullman granturismo di Spt. A chiedere il secondo grado è stata la Procura di Como. Gli imputati erano stati tutti assolti sia dall’accusa di turbativa d’asta e corruzione (con formula piena) sia da quella di truffa (per mancanza di prove). In aula era finiti Gianandrea Gandola (ex presidente di Spt Spa) e i fratelli Salvatore e Antonino Battaglia

 
 
Commerciante tedesco di automobili in dogana con nascosti 55 mila euro Stampa
Sabato 25 Ottobre 2014

FINANZA IN AZIONE A BROGEDA
I militari della guardia di finanza di Ponte Chiasso e i funzionari doganali hanno scoperto un commerciante di automobili tedesco che, a bordo di un minivan in ingresso in Italia da Brogeda, aveva nascosto in auto banconote per complessivi 55.400 euro.

 
 
Gamba rotta con una mazza da baseball. Gli arrestati rimangono in silenzio Stampa
Sabato 25 Ottobre 2014

Violenza a Lurago Marinone
Hanno scelto di non parlare davanti al giudice due dei cinque uomini colpiti dall’ordinanza di custodia cautelare per lesioni gravi e sequestro di persona. Si tratta di un 28enne di Lomazzo e di un 42enne di Lurago Marinone.

 
 
Wall Street English, nuova sede. Oggi l’open day dalle 10 alle 20 Stampa
Sabato 25 Ottobre 2014

IN VIA GARIBALDI A COMO
Si svolge oggi a Como, nella nuova sede di via Garibaldi 61, dalle 10 alle 20, l’open day della scuola Wall Street English, da 40 anni leader nell’insegnamento dell’inglese.

 
 
Magatti sul battello affondato: «Il serbatoio sta tenendo. L'area è in sicurezza» Stampa
Venerdì 24 Ottobre 2014

BarcaAffondata«Il battello è puntato sul fondale ed è fermo. I mezzi dei vigili del fuoco non bastano per il recupero, dovremo rivolgerci ad una società specializzata». A parlare dopo il sopralluogo alla diga foranea è stato l'assessore all’Ambiente del comune di Como, Bruno Magatti. Le verifiche sono state compiute con i sommozzatori dei vigili del fuoco che hanno portato a termine una prima valutazione della situazione dopo l'affondamento del battello spazzino.

 
 
Villa d’Este, una serata per l’ospedale fondato da padre Ambrosoli a Kalongo Stampa
Venerdì 24 Ottobre 2014

Mercoledì scorso
(f.bar.) Serata speciale, mercoledì sera a Villa d’Este, a favore del “Dr. Ambrosoli Memorial Hospital” di Kalongo, in Uganda. L’incontro – dal titolo “Professionalità e passione. Storie d’Africa”, ha visto la partecipazione di oltre 200 persone.

 
 
Libeskind: «Il monumento non si sposta» Stampa
Giovedì 23 Ottobre 2014

altConferenza stampa ieri in diretta su Etv dell’archistar americana Il possibile voto? «Non si fa architettura con il consenso»
(da.c.) The Life Electric non si sposta dalla diga foranea. «Fuori da quel luogo non avrebbe senso. This is the point».
Tutto si potrà (forse) dire di Daniel Libeskind, tranne che difetti di sincerità. L’architetto americano lo ha dimostrato ieri pomeriggio in diretta su Etv, rispondendo - senza particolare apprensione - alle domande dei giornalisti comaschi. L’appuntamento in Sala Stemmi, al piano nobile di Palazzo Cernezzi, era stato caricato di molti significati e di altrettante attese. La conversazione con l’archistar è però filata via liscia.

 
 
Morazzone, incrocio abbandonato. E gli automobilisti fanno da soli Stampa
Giovedì 23 Ottobre 2014

altSi lavora in viale Giulio Cesare. Ma non sono previsti interventi sull’arteria
(f.bar.) «Al momento non sono previsti lavori in via Morazzone». Nessun dubbio per il sindaco di Como, Mario Lucini. Ribadisce che i lavori in corso in viale Giulio Cesare non andranno a ridisegnare l’immissione da questa strada defilata, già più volte segnalata per la sua pericolosità, nella grande arteria cittadina. Nulla, se non la correttezza degli automobilisti, potrà impedire ai mezzi in uscita da via Morazzone di tagliare le due corsie di viale Giulio Cesare per costeggiare lo spartitraffico

 
 
Ca’ d’Industria. Per la presidenza spunta Clemente Auguadro Stampa
Giovedì 23 Ottobre 2014

Partecipate
(da.c.) La Ca’ d’Industria potrebbe avere presto il suo nuovo presidente. Voci sempre più insistenti indicano in un ex manager di area cattolica il futuro numero uno della casa di riposo cittadina, rimasta senza guida dopo le dimissioni di Paolo Frisoni. Sarebbe infatti Clemente Auguadro, già direttore generale della Tessitura Canepa di San Fermo della Battaglia, la persona prescelta dal sindaco Mario Lucini per subentrare a Frisoni, nel frattempo diventato assessore al Bilancio a Palazzo Cernezzi.

 
 
L’ultimo addio degli amici a Greta con un girasole tra le mani Stampa
Giovedì 23 Ottobre 2014

1a-funeraliIeri ai funerali la commozione dei compagni del liceo Melotti

(l.o.) Dolore e commozione a Cadorago. Alle 15.30 precise di ieri, la bara di Greta Lazzari ha fatto ingresso sul piazzale della chiesa parrocchiale di San Martino, a Cadorago. Ad accoglierla c’era tutto il paese: amici, parenti e semplici conoscenti, che con la loro presenza hanno voluto esprimere il loro sostegno ai familiari. I compagni di classe e gli studenti del liceo artistico Melotti di Lomazzo, la scuola frequentata dalla giovane, l’hanno accolta per l’estremo saluto con un girasole tra le mani.

 
 
Abbondini d’oro, maggioranza ancora in frantumi Stampa
Mercoledì 22 Ottobre 2014

altDuro attacco di Vincenzo Sapere al presidente del consiglio comunale
«Non ne posso più». Vincenzo Sapere, consigliere comunale di maggioranza a Como eletto nelle file di Paco Sel, rompe per una volta gli schemi e non risparmia pesanti critiche ai colleghi del centrosinistra.
Lunedì sera, in commissione, Sapere ha dovuto prendere atto del no bipartisan all’assegnazione al senatore Luciano Forni dell’Abbondino d’Oro, massima riconoscenza civica del capoluogo lariano.
«Ho deciso di ritirare la candidatura dell’ex parlamentare Dc quando mi sono reso

 
 
Il cantiere di viale Giulio Cesare dimentica via Morazzone Stampa
Mercoledì 22 Ottobre 2014

altL’assessore: «La proposta di Acus non garantisce livelli accettabili di sicurezza»
(m.d.) «La proposta presentata da Acus non garantisce livelli accettabili di sicurezza e per questo è stata respinta con ampie motivazioni dai tecnici». È secca la risposta dell’assessore alla Mobilità Daniela Gerosa alle critiche avanzate dal presidente dell’Associazione civica utenti della strada, Mario Lavatelli, e dal presidente di Confesercenti, Claudio Casartelli, a proposito dei lavori di riqualificazione di viale Giulio Cesare.
Tra le accuse, oltre al non aver preso in considerazione

 
 
Giovanissimo con quattro ovuli di hashish nel comodino Stampa
Mercoledì 22 Ottobre 2014

0carabinierimenaggio1Aveva 4 ovuli di hashish in un cassetto del comodino della camera da letto un 18enne residente a Castiglione d’Intelvi.

 
 
Tribunali bloccati: solo a Como slitteranno 200 processi Stampa
Mercoledì 22 Ottobre 2014

altLo sciopero dei viceprocuratori e dei giudici onorari paralizza l’attività
Una quarantina i processi slittati solo ieri tra giudice di pace e monocratico. Un dato che proiettato sui cinque giorni di udienze a settimana fa salire a 200 i fascicoli che rimarranno chiusi.
Sono questi i numeri comaschi del maxi-sciopero che sta interessando tutta la Penisola, portato avanti dai vice procuratori onorari e dai giudici onorari. Figure introdotte nel 1998 (pagate a cottimo e non di carriera) per aiutare a portare avanti i processi senza ingolfamenti, rappresentando la pubblica

 
 
Danneggia 10 auto parcheggiate. Nei guai cittadino kosovaro Stampa
Mercoledì 22 Ottobre 2014

A Chiasso
La polizia cantonale ticinese la scorsa notte, poco prima delle 3, in via Dante Alighieri a Chiasso, ha fermato un 37enne cittadino kosovaro. L’uomo aveva danneggiato le portiere di dieci vetture parcheggiate nella zona. La segnalazione di un residente ha consentito l’intervento degli agenti elvetici.

 
 
Baby writers imbrattano il Monumento ai Caduti. Identificati e denunciati dalla polizia locale Stampa
Mercoledì 22 Ottobre 2014

altVandalismi in città
Tre minorenni incastrati grazie alle telecamere e all’aiuto dei cittadini

(m.pv.) Tre baby writers - tutti minorenni - sono stati identificati e denunciati dalla polizia locale di Como dopo aver imbrattato con un pennarello il Monumento ai Caduti. Un intervento andato in scena in un due diversi momenti, alla mattina e al pomeriggio, in entrambi i casi con un doppio prezioso contributo: la segnalazione di alcuni cittadini in transito dai giardini, e l’occhio elettronico che vigila sul monumento. Un mix che ha permesso agli agenti prima di individuare i responsabili e poi di condurli negli uffici di viale Innocenzo dove sono stati riconsegnati ai genitori. Non prima tuttavia di segnalare l’accaduto al Tribunale dei Minori di Milano. I tre giovanissimi - tra cui una ragazza - sono stati denunciati e dovranno rispondere dell’accusa di deturpamento e imbrattamento di cose altrui, aggravato dalla rilevanza pubblica e dal pregio storico del Monumento ai Caduti.

 
 
Niente gara per “The Life Electric”. Ecco i comaschi che la forgeranno Stampa
Mercoledì 22 Ottobre 2014

altL’unica proposta è degli Amici di Como La Saati di Appiano darà il carbonio mentre la Base di Erba l’assemblaggio
Non ci sarà gara per “The Life Electric”. Le anticipazioni giornalistiche date ieri sono state confermate. Alla scadenza del termine per manifestare l’interesse a un sopralluogo tecnico, ieri alle 17 si sono fatti avanti solo gli Amici di Como. C’è un unico concorrente per il bando di sponsorizzazione, quindi, e ci sono due note aziende del territorio che materialmente faranno la loro parte nella realizzazione di “The Life Electric”, l’opera che l’archistar Daniel Libeskind ha deciso di

 
 
Il fratello osa parlare male del boss. Massacrato con la mazza da baseball Stampa
Mercoledì 22 Ottobre 2014

altBassa Comasca violenta: l’ennesimo episodio tra Lurago e Limido
(m.pv.) Pare che in carcere avesse osato parlare male di quello che è ritenuto essere un vecchio boss di provincia, figura di riferimento - ritengono gli inquirenti - del clan di ’ndrangheta dei Piromalli. Un personaggio, quest’ultimo, nato a Gioia Tauro e residente nel Milanese, 62 anni, che si vantava di aver maturato due ergastoli e 83 anni di carcere. L’affronto cui abbiamo accennato - ovvero l’aver pronunciato parole pesanti contro il personaggio di spicco della malavita organizzata - sarebbe

 
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 15

editoriale_lariana_servizi

libri_editoriale_orizzontale